La guerrilla? fatela intelligente!

giovedì 14 febbraio 2008 ·

Chi mi conosce sa bene quanto amo il verde e la natura, ma sa anche che non disprezzo il centro urbano, purchè sia ben gestito. In Italia a parte SanRemo la nostra bellissima città dei fiori, il resto lascia un pò a desiderare e così con immenso piacere navigando nei meandri più nascosti del web sono incappato in una CRAZY quanto FANTASTICA iniziativa che riguarda il concetto di guerrilla applicato a fin di bene!


Green revolution Vi presento così GUERRILLA GARDENING:
"Guerrilla Gardening è un gruppo aperto a tutti, un gruppo di appassionati del verde che ha deciso di interagire positivamente con lo spazio urbano attraverso piccoli atti dimostrativi, quelli che noi chiamiamo "attacchi" verdi. Guerrilla Gardening si oppone attivamente al degrado urbano agendo contro l'incuria delle aree verdi. L'attività principale del gruppo è quella di rimodellare ed abbellire, con piante e fiori, le aiuole e le zone dimesse o dimenticate della città. Il movimento è nato in Italia circa 2-3 anni fa da un gruppo di giovani milanesi che ancora oggi segue e consiglia i gruppi indipendenti. La popolazione cittadina risponde bene, alcune aziende di giardinaggio ci aiutano con consigli e donandoci piante e materiali pro-causa, altri si limitano ad applaudire e ad apprezzare le nostre azioni. Ogni giorno nuovi "guerriglieri" si aggiungono alla nostra causa, per trasformare e riappropriarsi degli sterili ed impersonali spazi comuni cittadini. Nuovi gruppi stanno nascendo in tutte le grandi città. Anche tu puoi diventare un Guerrilla-Gardener: documenta un attacco e inviaci le fotografie, verrai segnalato sul nostro nuovo sito web!"

Vuoi sapere chi partecipa attuamente in forma attiva? questi sono i guerriglieri, potresti dare sicuramente il tuo naturale contributo, cosa aspetti!
Questo è solo un piccolo esempio, realizzato a Milano in Piazza Turro e documentato così:
"L'aiuola vicino alla martesana era spoglia e sporca, alle appendici di un cantiere per una pista ciclabile non terminata. Sono stati piantati crisantemi, ciclamini ed erika contornati da lapillo vulcanico, due rocce di marna nera, ciottolo lucido bianco e bordurina in legno (poco estetica, ma necessaria!). L'attacco è avvenuto alle 20:00 sotto gli occhi curiosi e stupiti del quartiere. A rendere il tutto più clamoroso è intervenuta una giornalista, Deiana Doriana del Tg2, con la sua troupe televisiva che ha filmato l'intero attacco. Il servizio andrà in onda Lunedì 22 Ottobre alle 13:30."
Milano in Piazza Turro
bravi ragazzi continuate così, abbiamo bisogno di voi!

3 commenti:

Valerio Sudrio ha detto...
10:00 AM  

Troppo forte! Quasi meglio del pillow fight ;-) !

clyde ha detto...
10:32 AM  

ragazzi questi sono dei geni

AAA Copywriter ha detto...
11:38 AM  

La notizia non è nuova. Ne avevo letto (non ricordo più dove) già alcuni mesi fa. Ma certo parlaren non fa male, anzi...

Alex

Aggiungi questo blog ai tuoi feed!

Aggiungi questo blog ai tuoi feed!

Servizio di Consulenza online

Piu' visibilita' alla tua azienda, piu' business, comunicazione più efficace, web advertising, web agency, marketing non convenzionale, blog developer, social network marketing, web usability, action reactivity, urban comunication, outdoor advertising, digital printing, truck-vertising, market research. Skype Me™!

Sponsor Crazy Marketing Blog

My BlogLog community

Sponsor Crazy Marketing Blog

Licenza Creative Commons

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato con periodicità non definita; non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Non si ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Le immagini inserire in questo blog sono tratte, per la massima parte, da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo.

Creative Commons License