Che Magazine, sexy advertising

venerdì 18 aprile 2008 ·

sexy advertisingPer il ritorno dell'advertising il Che Magazine ha utilizzato una campagna adverting sexy, l'assvertising, un metodo ormai abbastanza noto anche in Italia, portato da MTN Company lo scorso 2006. Che Magazine nello specifico ha utilizzato questo mezzo per promuovere il proprio magazine dove una giovane donna vestita con una mini gonna vertiginosa pronuncia "my number" con una freccia verso il basso ad indicare il proprio numero di telefono.
Questa crazy campagna di sexy advertising dovrebbe essere abbastanza per attirare l'attenzione di chiunque censurando ogni possibile doppio senso.
Claim of the advertising: “Let us keep on dreaming of a better world”.

Are you crazy enough?

3 commenti:

Sballato ha detto...
2:49 PM  

E' possibile avere un numerello?

Leonardo de Nardis ha detto...
3:01 PM  

hi hi hi hi... piacerebbe a molti credo...

:-P

Nyk ha detto...
11:53 PM  

Bella idea. Sfruttare l'ass vertising anche in una campagna di affissioni può risultare vincente. O è solamente la classica "mercificazione" del corpo femminile ad uso pubblicitario che le femministe di oggi denunciano?!
A me il dubbio sorge.

E cmq sarebbe stato ancora più crazy se, unita a questa affiche si avessero fatto girare per le principali città belge (o è belghe?!) delle modelle con lo stesso "modello" di minigonna.

Aggiungi questo blog ai tuoi feed!

Aggiungi questo blog ai tuoi feed!

Servizio di Consulenza online

Piu' visibilita' alla tua azienda, piu' business, comunicazione più efficace, web advertising, web agency, marketing non convenzionale, blog developer, social network marketing, web usability, action reactivity, urban comunication, outdoor advertising, digital printing, truck-vertising, market research. Skype Me™!

Sponsor Crazy Marketing Blog

My BlogLog community

Sponsor Crazy Marketing Blog

Licenza Creative Commons

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato con periodicità non definita; non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Non si ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Le immagini inserire in questo blog sono tratte, per la massima parte, da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo.

Creative Commons License