Nuovo spot Ceres "The True Heads", ce ne parla Roberta Fabiani

domenica 18 maggio 2008 ·

Ceres 3DLa nuova comunicazione Ceres firmata PBCOM non è un semplice spot, ma una vera e propria operazione multimediale, che offre una serie di spunti di riflessione.

In questo spot si “finge” il lancio di una nuova band: The True Heads. Non è una band a vendere il proprio pezzo a una brand, ma una brand che lancia una band, fenomeno quantomeno curioso nel panorama della comunicazione e del recente stile dilagante delle band per farsi pubblicità. Originale è l’idea di strutturare il commercial come fosse una clip musicale, con tanto di date dei concerti in super: The True Heads aspettano i loro già numerosi fans il 26 maggio sul sito ufficiale www.ceres.com, dove verrà presentato il video ufficiale; inoltre promettono una serie di iniziative legate al mondo di Internet, tra cui contenuti speciali e uno spazio su MySpace. Perché The True Heads sono dei veri musicisti e presto ne scopriremo di più! Ogni personaggio ha infatti un nome, un carattere e delle idee ben precise, e presto si scoprirà! Sono inoltre previsti oltre 30.000 passaggi in 260 schermi cinematografici distribuiti sul territorio nazionale.

Ma l’aspetto più interessante è sicuramente la ‘natura’ di questi musicisti: metà umani e metà… animati! Un mix di realismo e grottesco, una contaminazione tra live action e animazione 3D coerente con il consolidato mondo della marca. Un’operazione che ha messo in campo più aziende letteralmente sparse per l’Europa: Italia (Agenzia pubblicitaria e Illustratore), Danimarca (Ceres), Lituania (Regia e Casa di Produzione), Inghilterra (Casa di Post-produzione/Animazione): quando si dice l’era della globalizzazione!
Ceres Band
Infine una curiosità: lo spot è stato girato a Vilnius, in un parcheggio abbandonato: chi ha presenti gli spot Ceres avrà notato che una loro caratteristica comune è sempre stata quella di essere ambientati in un universo notturno, underground e metropolitano, un mondo che però finora era sempre stato solamente disegnato: la nuova sfida è stata quella di riproporlo in termini reali.

Credits:
Agenzia: PBCOM
Direttore Creativo: Duri Bardola
Casa di produzione: Magnet Films
Casa di post-produzione: Rushes


Articolo di Roberta Fabiani

4 commenti:

Nyk ha detto...
6:35 PM  

Effettivamente l'idea di Ceres è molto interessante e, nel mio caso, appassionante visto che l'entertainment marketing è una branca che mi interessa molto. Staremo a vedere. La tecnica non è nuova ma a me richiama molto l'esperienza ed il progetto Gorillaz. Band "capitanata" dal cantante dei Blur. Con la tecnica usata per questo spot questo gruppo si è esibito in un "live" a degli MTV award (non mi ricordo quale. Ce ne sono troppi ormai).

Baldo ha detto...
10:30 PM  

boh... da quando hanno cominciato con questo stile non mi convincono. Ma forse sono io... non riesco a scindere il mio gusto personale, influisce sul giudizio :)

DianaB ha detto...
10:21 AM  

Per Nyk:
Sono d'accordo con te! secondo me Ceres Band è assolutamente appropriato rispetto alle nuove tendenze di mix advertising/internet marketing in quanto propone un contenuto divertente, breve, esclusivamente emozionale, qualitativamente eccellente e che ci riporta al sito, dove c'è più contenuto (in progress attualmente) da sperimentare...
Se ti è piaciuto Ceres c'è Gorilla di Cadbury (2007) che ha fatto praticamente il processo inverso: da web viral ha avuto talmente tanto successo che è stato passato in tv.
http://www.youtube.com/watch?v=TnzFRV1LwIo

Anonimo ha detto...
2:45 PM  

La vera band si chiama ShitDisco :)

Aggiungi questo blog ai tuoi feed!

Aggiungi questo blog ai tuoi feed!

Servizio di Consulenza online

Piu' visibilita' alla tua azienda, piu' business, comunicazione più efficace, web advertising, web agency, marketing non convenzionale, blog developer, social network marketing, web usability, action reactivity, urban comunication, outdoor advertising, digital printing, truck-vertising, market research. Skype Me™!

Sponsor Crazy Marketing Blog

My BlogLog community

Sponsor Crazy Marketing Blog

Licenza Creative Commons

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato con periodicità non definita; non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Non si ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Le immagini inserire in questo blog sono tratte, per la massima parte, da internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo.

Creative Commons License